News, topics and stories

Quando tornare alla tranquillità e svagarsi fuori dalla propria casa sembrava ancora un miraggio, proprio in Lombardia, la regione italiana più duramente colpita dalla pandemia di Covid-19, è germogliata l’idea di un’occasione d’incontro e intrattenimento nel rispetto delle normative anti-Coronavirus. Il passato, quello degli iconici drive-in degli anni ’50, è tornato per aprire una porta al futuro: ed ecco un bagliore di luce, quello del cinema da vedere nel comfort della propria auto, seduti accanto ai propri affetti in totale sicurezza.

Il primo drive-in in Italia è stato inaugurato il 29 agosto 1957 a Roma, vicino al litorale ostiense. 63 anni più tardi, il 26 giugno 2020, il paddock 2 dell’Autodromo di Monza ha aperto le porte alle macchine degli spettatori, posizionate a distanza di sicurezza davanti a uno schermo ledwall di 22 m² con audio frontale e rimandi laterali. L’iniziativa ha registrato un incredibile successo e numerosi sold out, tanto da riproporre il format in un altro luogo simbolo dell’emergenza Coronavirus in Italia, il comune di Vo’ Euganeo in provincia di Padova.

Proprio negli anni ’50 ha avuto il boom il marchio tedesco Porsche, con i primi successi alla 24 Ore di Le Mans e la mitica 550 Spyder guidata da James Dean. Grazie al sostegno dei Centri Porsche di Milano e del Centro Porsche Padova, il brand automobilistico icona di lusso, potenza e velocità è stato sponsor delle serate di cinema all’Autodromo di Monza e a Villa Venier (Vo’ Euganeo), oltre che protagonista dell’iniziativa Porsche Drive-In con proiezioni riservate ai propri clienti.

Abbiamo chiesto un commento riguardo all’iniziativa a Sara Foiani, Marketing and Communications Specialist dei Centri Porsche di Milano. Porsche ha scelto di essere protagonista di uno dei primi eventi post-lockdown: un drive-in realizzato in una location esclusiva, simbolo dei motori e tempio della velocità. Com’è nata questa collaborazione e cosa l’ha resa speciale?

L’idea del Porsche Drive-In nasce in pieno lockdown a seguito di una chiacchierata telefonica informale tra amici prima che persone con rapporto di cliente/fornitore e, come spesso accade quando si lavora con passione, il discorso ha riacceso la nostra creatività, il nostro desiderio di ripartire e di “fare qualcosa” dopo mesi di stop. Un qualcosa che non avesse solo un fine commerciale o di brand awareness (aspetto che certamente rimane importante), ma che fosse anche di utilità, di svago e interesse per coloro che ne avrebbero usufruito. Questa voglia di ripartire condivisa da tutti i partner coinvolti, che hanno fin da subito mostrato entusiasmo per il progetto, ha determinato il successo dell’iniziativa. Tutti ci hanno creduto e con grande lavoro di squadra è stato portato a termine il progetto. Non è stato certamente semplice, soprattutto per le difficoltà legate all’attuazione e al rispetto delle nuove norme di igiene e sicurezza in materia di prevenzione della diffusione del Covid-19. Il mondo degli eventi ha subito una forte battuta d’arresto ed ha messo in difficoltà molte aziende. Dovremo abituarci ad un nuovo modo di pensare agli eventi e a nuovi format, ma intanto è stata una grande soddisfazione essere riusciti a portare a termine questo progetto che ha riscosso davvero un grande e inaspettato successo.

PORSCHE DRIVE-IN AUTODROMO - Aftermovie

✨ "Se puoi sognarlo, puoi farlo." 𝘞𝘢𝘭𝘵 𝘋𝘪𝘴𝘯𝘦𝘺⁣ ⁣ È calato ufficialmente il sipario su "𝐏𝐎𝐑𝐒𝐂𝐇𝐄 𝐃𝐑𝐈𝐕𝐄-𝐈𝐍 𝐀𝐔𝐓𝐎𝐃𝐑𝐎𝐌𝐎", un progetto a cui abbiamo dato fiducia sin da quando era soltanto un’idea. Un'iniziativa ambiziosa, riportata in vita mettendo in campo tutte le nostre competenze. Giorno dopo giorno abbiamo lavorato con l’obiettivo di poter dare ai cittadini un’ulteriore motivazione per ricominciare a vivere piacevolmente le notti d’estate in tutta sicurezza, dopo un tragico periodo che sarà difficile dimenticare. 🎬 16 incredibili serate, dal fascino Retrò anni '50, che hanno trasformato il paddock dell'Autodromo Nazionale Monza in un enorme 𝐂𝐢𝐧𝐞𝐦𝐚 𝐬𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐥𝐞 𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐞, di 8.700 metri quadri. 𝐑𝐢𝐯𝐢𝐯𝐢 𝐜𝐨𝐧 𝐧𝐨𝐢 𝐢 𝐦𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨𝐫𝐢 𝐦𝐨𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢! Un ringraziamento particolare a: Comune di Monza, Autodromo Nazionale Monza, Centri Porsche di Milano, MySpritz, Polini distillates, wines & beverages. ⁣ #Eventificio, 𝘭𝘢 𝘍𝘢𝘣𝘣𝘳𝘪𝘤𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘐𝘥𝘦𝘦💡 Contattaci per maggiori informazioni.

Posted by Eventificio on Tuesday, 4 August 2020

Per quanto riguarda l’organizzazione degli eventi drive-in di Monza e Padova, il lavoro è stato affidato nelle mani di Eventificio, agenzia di comunicazione e realizzazione eventi con base a Paratico (BS). Federico Baruzzo, Project Manager di Eventificio, ci ha raccontato qualche curiosità sulle serate drive-in da loro organizzate, dandoci anche l’opportunità di riflettere sulle prospettive future del mondo degli eventi.

Grazie al drive-in il cinema ha offerto alle persone un’occasione di svago e socialità in un momento buio per il mondo intero, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza. Come hanno risposto pubblico e appassionati?

La domanda è molto interessante perché centra in pieno l’idea con cui abbiamo pensato e realizzato gli eventi di Monza e Padova: regalare un’occasione di svago e serenità ai cittadini nel difficile periodo post-Covid. Non è un caso che l’evento di Porsche Padova sia stato realizzato nella stupenda cornice di Villa Venier a Vo’ Euganeo, paese simbolo del lockdown in Italia. La risposta del pubblico è stata davvero ottima, tanto in termini di rispetto delle norme di sicurezza quanto a numero dei partecipanti, facendoci di fatto registrare svariate serate in sold out con largo anticipo.

In termini di suggestione e atmosfera degli eventi, una parte fondamentale l’ha fatta la location: guardare un film dalla propria auto comodamente posteggiata nel paddock dell’Autodromo di Monza è un’esperienza unica. Se poi si ha la fortuna di essere seduti su una Porsche ancora di più. Quali sono stati gli altri punti di forza di queste serate fuori dal tempo? Pensate di ripetere il format in futuro?

Un punto di forza è stato sicuramente il timing di esecuzione. Essere stati tra i primissimi in Italia ad aver realizzato un drive-in di questo tipo ha giocato a nostro favore. Non senza fatica, sia chiaro! Le dinamiche di realizzazione di un evento come questo sono molto complesse e lunghe. A tratti abbiamo avuto a che fare con materie non ancora del tutto regolamentate, aumentando le difficoltà di approvazione e di messa a norma. Ma alla fine ne è ampiamente valsa la pena, tanto da portarci a valutare una possibile formula di collaborazione continuativa con l’Autodromo di Monza per la quale stiamo lavorando proprio in queste settimane.

Com’è nata la collaborazione con gli sponsor: Centri Porsche di Milano - Padova e MySpritz?

I Centri Porsche di Milano sono clienti di Eventificio già da tempo. Con loro c’è un buon rapporto di fiducia che ci ha portato a curare svariati eventi aziendali del marchio tedesco, come il Porsche Track Experience Day nel circuito di Vairano o l’evento di presentazione della Porsche Cayenne Coupé organizzato ad Expo. MySpritz è il brand di punta per il settore aperitivo di casa Polini Group Italia, storica azienda di produzione e vendita di alcolici con sede nel bresciano, per la quale l’agenzia Eventificio segue svariate operazioni di marketing come tour stagionali, lancio di nuovi prodotti, sia dal lato digital che all’interno della GDO, ecc.

Con il ritorno dei drive-in abbiamo fatto un salto temporale di oltre 70 anni riscoprendo il fascino di un vecchio format. La “retromania” è un tratto fortemente marcato dell’intera cultura pop. Data la tua esperienza nel settore della comunicazione e degli eventi, capita spesso che nostalgia e innovazione viaggino insieme?

Tutte le mode sono cicliche e tendono a tornare in voga di tanto in tanto. L’estetica rétro è sicuramente una componente emozionale che ha sempre influenzato molto le scelte dei consumatori. Lo vediamo quotidianamente in esempi di rétro-marketing attuato da case automobilistiche o nel settore fashion e beauty. Nel campo degli eventi questo aspetto è forse meno lampante perché, a differenza della comunicazione tradizionale, un evento è qualcosa che deve colpire repentinamente e in modo distintivo. Generalmente si propende per soluzioni più “futuristiche” ed appariscenti con un alto tasso di tecnologia a supporto.

Ora la situazione sì è calmata, ma il ritorno alla “normalità” è ancora un miraggio. Fare piani per il futuro è tuttora difficile, ma i vostri quali sono?

La situazione non è facile e la strada verso la normalità temo sarà ancora lunga e complicata. Il nostro periodo di lockdown ha però giovato dal punto di vista riorganizzativo poiché, volenti o nolenti, abbiamo avuto il tempo necessario per fare ordine, sistemare le classiche cose lasciate indietro, organizzarci sotto nuovi aspetti e prepararci a ripartire in quinta! All’atto pratico stiamo per lanciare il nostro nuovo sito, abbiamo intensificato la comunicazione social e stiamo facendo il classico “labor limae” su alcuni format molto fighi che da tempo tenevamo nel cassetto in modalità “bozza”. Insomma, è ancora troppo presto per dirlo ad alta voce… ma siamo fiduciosi. Anche se in modo timido notiamo quotidianamente tanta voglia di ricominciare!