News, topics and stories

L’Olanda sta conducendo un programma di esperimenti sui giovani chiamato “Fiedlab program”, ideato per formulare misure innovative in grado di consentire il ritorno degli eventi dal vivo e la riapertura delle discoteche in epoca Covid-19.

Quello condotto a Wallabi Holland è il settimo e penultimo esperimento: tra le altre cose ha permesso di testare l'ultima app del governo, che associa ad ogni test negativo un QR code da mostrare all’ingresso dell’evento, con l’obiettivo di smaltire rapidamente la fila. L’applicazione ha un funzionamento molto simile a quella ideata dalla collaborazione tra TicketSms e Mitiga, che vi abbiamo presentato nell’articolo dedicato, che trovate qui. Una volta resa disponibile sui digital stores, ogni partecipante all’evento potrà scaricare l’app con un click, inserire il codice unico del proprio tampone e ricevere sul proprio smartphone il QR code che ne prova l’esito negativo.

I 1500 ragazzi accolti nel capannone sono stati divisi in 3 gruppi e hanno potuto ballare liberamente ma indossando un device programmato per monitorare gli avvicinamenti e gli incontri, utile a fornire ai ricercatori una panoramica dei contatti avvenuti per ogni persona.

Alla fine dell’analisi dei risultati si saprà se e quanti partecipanti si sono contagiati durante l'evento, a causa dei falsi negativi: i risultati saranno rivelati tra tre settimane. Nel precedente esperimento 6.200 persone hanno visto una partita di calcio: 41 sono state escluse immediatamente perché risultate positive asintomatiche. Dopo l'evento 5 sono risultate positive al test, ma è difficile riuscire a sapere con certezza se avessero contratto il virus proprio nel corso dell’esperimento o subito dopo.

L’obiettivo principale del programma è quello di supportare il settore della cultura e dello spettacolo, procedendo con la riapertura in sicurezza di cinema, teatri, eventi e concerti, nel corso dell’estate ormai alle porte, quando ancora non si sarà raggiunta la copertura vaccinale di tutta la popolazione.