News, topics and stories

Barcellona fa un vero e proprio tuffo nel passato: la città ha appena condotto un esperimento riaprendo le porte di un evento dal vivo, senza imporre alcuna regola per il rispetto del distanziamento sociale ma avvalendosi di un sistema di screening di massa preventivo.

L’esperimento è stato autorizzato dalle autorità sanitarie spagnole: il Palau de Sant Jordi di Barcellona, grazie allo show dell’amatissima rockband catalana Love of Lesbian, si è riacceso di musica ed emozioni quasi come accadeva prima della pandemia globale da Covid-19.

Tutti i partecipanti sono stati sottoposti preventivamente ad un test antigenico: durante la mattinata, le piste da ballo di tre nightclub della città chiusi da tempo sono state trasformate in ospedali da campo. Solo 6 persone sono risultate positive e non hanno quindi potuto accedere all’evento. Agli altri è bastato scaricare un’applicazione sul proprio smartphone per ricevere automaticamente il biglietto digitale convalidato e poter godere di un’ora di rock and roll sfrenato e senza confini, fatta eccezione per l’obbligo di indossare mascherine FFP2. All’interno dell’arena i partecipanti sono stati divisi in più gruppi di 1800 persone, con la possibilità di consumare le bevande in uno spazio delimitato.

L’intera operazione è stata supervisionata da un’equipe medica e, secondo quanto riferito da La Vanguardia, l’esperimento è riuscito senza riportare alcun danno significativo. Come dichiarato dagli stessi medici, nei prossimi 14 giorni sarà possibile scoprire quanti spettatori risulteranno positivi al Covid-19 ed elaborare un rapporto dettagliato.

Un evento che, insieme alla campagna vaccinale attualmente in corso, ha indubbiamente alimentato la fiducia di organizzatori e pubblico, speranzosi che i grandi eventi dal vivo possano finalmente tornare a colorare l’estate 2021.