News, topics and stories

La nuova tendenza del clubbing è quella di consentire l'ingresso solo poche persone selezionate a differenza dei "grandi eventi" da tavolo, bottiglia e 3mila persone in pista.

Dopo questo periodo di stop purtroppo molti club si sono ritrovati con le casse vuote ed in vista delle riaperture i grandi nomi in line up non sono sempre contemplati. Ormai è da circa un mese che il settore è ripartito, e anche se inizialmente poteva sembrare che il settore sarebbe ripartito a tremila, con il piede sull’acceleratore e senza remore per niente e nessuno alla fine, quello che è successo è stato un pò diverso.

Sono succedesse cose decisamente interessanti. Sempre più ragazze, ragazzi, ragazz* hanno voglia di divertirsi, di ballare, di ascoltare i dj e la musica, con consapevolezza e voglia di socialità. Stiamo assistendo alla nascita di un nuovo senso di comunità, una comunità meno influenzata dai social e più legata al momento. Dopo la riapertura il pensiero predominante ai party sembra essere "vivi il momento, vivi la festa qui e ora" piuttosto che quello di condividere sui social video-foto dell'evento. Forse il futuro ci renderà più consapevoli.

Sembrerebbe che il clubbing stia prendendo una piega più umana, meno incline a seguire esigenze di cartellone e fatturato ma piuttosto si parla di un clubbing più gioioso e rilassato. Senza troppa ansia da stardom ma con un ottimo mix tra resident, guest in linea con il locale e nuovi talenti motivati e determinati a dimostrare quanto valgono. Sembrerebbe quasi un nuovo inizio, sarà una nuova era per il mondo del clubbing o soltanto una consapevolezza passeggera? Solo il tempo saprà dircelo. Intanto abbiamo notato che gli effetti positivi di questa "rivoluzione" coinvolgono anche la dinamica degli eventi.

Si preferisce adottare una dimensione più intima e contenuta, a prescindere dal numero massimo consentito delle capienze, il format di un clubbing "riservato" a 200 o 300 persone, con ingresso in lista o con feste su invito (che anticipano chi sarà la clientela) o in modalità RSVP sembra andare per la maggiore. Questi format danno una sicurezza in più ai club: i locali fanno sold out e non hanno preoccupazioni su controlli per i troppi ingressi, non hanno noie alla porta e sanno bene chi si portano in casa.

Questa dimensione permette anche ai Dj di osare di più, perché hanno davanti un pubblico preparato, gli organizzatori possono pensare di chiamare anche qualche nome dal sound più azzardato. Forse questo nuovo modo di pensare e vivere il club sarà la fortuna e la salvezza di molti locali di qualità e soprattutto dei locali di taglia medio-piccola.

Ovviamente noi di TicketSms siamo fan sia dei grandi eventi con una lunga lista di talenti internazionali che della serata "privata" con pochi intimi tutti lì per la musica di qualità, e non vediamo l'ora di tornare a viverli a pieno!

Nel frattempo date un'occhiata agli eventi TicketSms della settimana
🔥👉🏻 https://www.ticketsms.it/search?